STRIKE!

MO.Lem vince il bando Progetto Residenze Creative 2015 di Santibriganti Teatro con

STRIKE!

di e con Chiara Cardea, Roberta Maraini, Silvia Mercuriati, Marco Monfredini, Salvo Montalto

Produzione 2014/2015

MO.Lem (Movimento Libere Espressioni Metropolitane) è formato attualmente dalle compagnie teatrali torinesi Anticamera Teatro, Chi per Es teatro,Ivaldi|Mercuriati e l’attrice Chiara Cardea. Nel 2009 intorno ad un tavolo, con qualche caffè e qualche birra, è natoMO.Lem. Il nome gioca con la Mole Antonelliana, il simbolo della nostra città e il LEM, il modulo di escursionelunare della navicella spaziale Apollo. Ma è anche un acronimo: Movimento Libere Espressioni Metropolitane,perché creato sulla base di un comune desiderio di impegno politico oltre che artistico. Non a caso abbiamoscelto la parola movimento e non collettivo o compagnia, poiché questa parola indica cambiamento di pensieri, diazioni, d’idee. Ed è questo dunque il nostro primo obiettivo: creare movimento.

Periodo Residenza 4-9 Maggio 2015

presso Teatro Civico Garybaldi di Settimo Torinese

Spettacoli Lunedi 4 Maggio e Sabato 9 Maggio ore 21.30

MO.Lem è un movimento composto da diverse realtà teatrali che si interrogano da tempo sul tema della menzogna e che ha prodotto dal 2009 quattro spettacoli. Il lavoro di ricerca è stato periodicamente presentato al pubblico, cambiando nei contenuti e nella forma a seconda del periodo della sua messa in scena. L’ultimo spettacolo, Tricher 4_selodicelaTValloraèvero, ha vinto il bando del Napoli Finge Festival dal quale èstato prodotto.

Cosa dovrebbe essere il teatro se non uno stimolo a pensare, a farci domande, ad agire? Cosa se non un pericoloso mezzo di propaganda sovversiva?

Da quest’anno Mo.Lem, dopo essersi interrogato a lungo su un solo tema, ha deciso di aprire la sua ricerca ad altri interrogativi e soprattutto di mettere al centro la modalità e il processo creativo, anziché avere come traguardo la realizzazione di un prodotto finito. Cinque anni fa siamo partiti spogliandoci degli orpelli recitativi, scenografici e rappresentativi, per focalizzare il nostro lavoro sui contenuti. Abbiamo inizialmente creato una sorta di format, in modo che la scatola entro cui mettevamo tutto ciò che reputavamo degno di essere detto non ci occupasse troppo tempo. Nei primi Tricher abbiamo parlato di politica, di società, di economia. Abbiamo messo due pedane da 100 posti una di fronte all’altra. Una per il pubblico, l’altra era il nostro palcoscenico. Nel terzo abbiamo lasciato che il pubblico ci circondasse. Nel quarto siamo partiti da un rito collettivo, la messa. Il lavoro nel tempo sta mutando, ma mantiene alcune linee rigorose: l’impegno politico e sociale, la denuncia, il contenuto in stretta connessione con la forma, lo studio dei documenti, il lavoro collettivo frenetico e approfondito. Siamo ora entrati in una fase creativa nella quale abbiamo scelto di annullare la dinamica prove-montaggio-spettacolo. Abbiamo creato delle serate sperimentali senza copione, senza scenografia, senza differenza tra sopra e sotto il palco. Un microfono acceso, per tutti, compreso il pubblico. L’interazione in scena avviene a partire da contenuti in possesso nel bagaglio e nella ricerca del singolo artista intorno a un tema prestabilito. Ogni volta non si saprà come e quali contenuti e in quale forma si manifesteranno. Tutto è in mano alla sensibilità scenica dei partecipanti e del pubblico. Crediamo nel miracolo dell’apparizione cosciente e trascendente che ogni combinazione di forma-contenuto-attore-pubblico, possa creare nel preciso momento che si incontrano sulla scena. In quest’ottica lavoriamo in residenza per poter sperimentare questo modello di lavoro in relazione al pubblico. Prevediamo un incontro scenico con gli spettatori nel primo giorno in forma di rappresentazione, un successivo periodo di rielaborazione dell’esperienza a partire da quanto accaduto e un secondo incontro in chiusura.

 

Informazioni

SANTIBRIGANTI TEATRO – Stagione Sogni duri come le pietre

Teatro Civico Garybaldi di Settimo Torinese – Via Partigiani 4

BIGLIETTI: Intero 12 € / Ridotto 10 € / Ridotto Extra 8 €

Ridotto: Fino ai 25 anni, studenti universitari, oltre 65 anni, associazione culturale Foravia, Residenti comuni Sbam Area Nord Est, Soci Arci, Soci Sbam, Allievi scuole di teatro, musica,danza e circo, Residenti Settimo Torinese e studenti

Ridotto Extra: Allievi di Teatranza/Santibriganti teatro, Ragazze/i fino ai 18 anni